Salute…in fumo

Mentre l’abitudine di masticare tabacco o fumarlo nelle pipe è una antica abitudine dell’uomo, la sigaretta è una scoperta relativamente recente, che fu dettata dalla mancanza di pipe da tabacco; si narra che intorno al 1840, soldati inglesi, spinti dalla necessità, arrotolarono foglie di te; da qui nacque l’idea della carta; la sigaretta era nata: poteva essere percofenzionata o confezionata manualmente, da una piccola quantità di tabacco. La sigaretta preconfezionata è formata da tabacco essiccato e tagliato in striscie millimetriche, e trattato con sostanze diverse a seconda del produttore.

Hanno un filtro in acetato di cellulosa, atto a trattenere meccanicamente parte dei contenuti dannosi. Infatti una sigaretta accesa produce circa 4,000 componenti chimiche; vale la pena di ricordare solo la nicotina  e il monossido di carbonio che si sprigiona con la combustione. Inoltre troviamo benzene e acido cianidrico.

 

Queste sostanze sono nocive per l’essere umano, e si sono dimostrate mortali su cavie animali. Le sostanze dannose del fumo possono colpire anche organi interni in maniera indiretta, mentre danneggiano principalmente i polmoni e l’apparato respiratorio, procurando bronchiti ed enfisemi. La nicotina è una componente essenziale del tabacco; è contenuta infatti nelle foglie della piantadel tabacco; la carta che riveste la sigaretta è altrettanto dannosa in quanto la sua combustione partecipa insieme a quella del tabacco, allo sprigionarsi di idrocarburi policiclici aromatici. Senza la nicotina nel tabacco non si sarebbe né aroma né sapore; quindi le case produttrici di tabacco non la eliminano dalle foglie della pianta; è vero che una parte viene eliminata nell’aria, e solo una piccola quantità arriva ai polmoni; ma anche solo in ragione di quella piccola frazione di nicotina presente nel fumo ispirato, si possono avere problemi respiratoria lungo termine.

 

sigarette

La nicotina provoca un aumento della pressione del sangue, fa aumentare le contrazioni cardiache e produce contrazione nei vasi sanguigni periferici; provoca dipendenza e tolleranza, mentre il monossido di carbonio è un gas tossico che interferisce con il trasporto dell’ossigeno nel sangue e con il suo utilizzo da parte delle cellule. Gli idrocarburi policiclici aromatici prodotti dalla combustione sono gli agenti principali dei tumori. La nicotina crea dipendenza perché è uno stimolante che migliora temporaneamenmte la memoria, l’umore e la velocità di riflessi; crea una dipendenza chimica, sia fisica che spicologica; inoltre può anche aumentare l’ansia, le difficoltà di riposo e i disturbi del sistema metabolico. Risulta statisticamente essere uno dei fattori principali nell’insorgenza di tumore al polmone e di enfisema polmonare. Per questa ragione in molti Paesi, oltre ad essere vietata la pubblicità alle sigarette, è vietato fumare in bar ed uffici pubblici.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: